Some message for mobile if needed.

Roberto "Freak" Antoni

Cantante, Poeta, Scrittore
(1954-2014)
Mail

La Statua

by D.Rossi, C.Marchese

La statua di Freak realizzata in marmo bianco
delle cave Michelangelo di Carrara,
pesa 980Kg ed è alta 1,78 cm
"Chi l'avrebbe mai detto che Freak potesse nascondersi anche in una cava di marmo persa fra le alpi Apuane, e che un giovane fan (Daniele Rossi) del vate demenziale lo andasse a stanare. Chi l'avrebbe mai detto che un giorno la sua citta' gli avrebbe dedicato una statua perfino con entusiasmo, perche' e' questo che abbiamo verificato nel lungo percorso che va dalla realizzazione all'esposizione dell'opera. Dietro ad ogni angolo dell'iter istituzionale, nei tanti cunicoli che si attraversano per arrivare a produrre un manufatto come quello che potrete ammirare, abbiamo sempre trovato un estimatore, un appassionato, un interesse sincero per Freak e per cio' che ha fatto e rappresentato.
Andrea Setti — 2018

Explore
01
Giardino Klemlen— 2018
Bologna, Italia

Non c'è gusto in

"Italia ad essere Freak

"La musica rock spalanca le porte del corpo. Gli spettatori rock non sempre ascoltano la musica: sprecano musica...”
Per chiarire, per spiegare, Freak nel corso di tutta la sua vita ha scritto libri, canzoni, poesie, aforismi, calcando innumerevoli volte i palcoscenici di questa ingrata Italia.Tutto ciò che è assurdo & bizzarro insieme, non eroico, non retorico, non modaiolo, non istituzionale, può essere demenziale. Un cocktail di pseudofuturismo, dada, goliardia, improvvisazione, animazione pirotecnica, provocazione con ironia d’avanspettacolo, poesia surreale soprattutto cretina. Ma ancora incidenti a caso, paradossi e colpi di genio, contraddizioni, sciocchezze e gazzarra. Non c’è arte né artista, in senso tradizionale: tutti possono praticare il demenziale con risultati incoraggianti. Basta volerlo (con convinzione)."
a cura di Oderso Rubini — 2015

Buy
02
Feltrinelli — 2015
Milano, Italia

Gli Skiantos

by G.Morozzi, L.Arabia

"La storia vera di un fallimento annunciato da quarant'anni, come dimostrano le 368 pagine di fotografie, immagini iconografiche, racconti dei protagonisti, ricordi e commenti dei fan. Nel 2077 Jody e i Frakassoni davanti all’ingresso del Museo degli Skiantos sono accolti da una emblematica scritta: "Una storia come questa non c‘era stata mai prima e non ci sarà mai più”! Accompagnati nella visita da un narratore alle volte ironico, alle volte saccente e alle volte serioso, scopriranno la storia di un gruppo fantastico e fuori da qualunque possibile imitazione, a cominciare da una sera di novembre del 1977, quando un manipolo di amici e musicisti si riunisce per compiere il folle esperimento di registrare un disco in una sera. Non ci sono canzoni pronte e molti non si conoscono neppure tra di loro, eppure il miracolo riesce"
a cura di Oderso Rubini & Andrea Setti"
— 2017

Buy
03
Goodfellas — 2016
Firenze, Italia

L'Irraccontable

Freak Antoni

"La passione smisurata per i Beatles, il coraggio di fondare una band senza saper suonare uno strumento, la registrazione del disco d'esordio in una sola epica notte......le scorribande giovanili con Andrea Pazienza, la leggendaria performance d'avanguardia al Bologna Rock nel 1979: signore e signori, ecco a voi la vita straordinaria di Roberto Freak Antoni, leader degli Skiantos, innovatore rivoluzionario dello spettacolo e della musica rock italiana!
"Dissacrare, distruggere totem e divinità, rompere i coglioni e nel frattempo dire cose importanti coltivando un modo sinceramente libero di fare musica e spettacolo. Questo, in fin dei conti, è Freak."
dalla prefazione de Lo Stato Sociale
Cisco Sardano
— 2018

Buy
04
BeccoGiallo — 2018
Padova, Italia

Ironik

...ontemporaneo

"L’idea è stata quella di osservare da vicino la struttura della Composizione Musicale Contemporanea, che fino a pochi anni fa era ristretto ed esclusivo territorio dell’avanguardia e appannaggio dell’Elite della Sperimentazione. Si è cercato di unire atmosfere compatibili e sinergiche tra Suono e Parola per dare vita a “canzoni recitate” o anche a “musiche poetizzate” o qualcosa di simile, da sottoporre ad eventuale neologismo... Naturalmente, il filo dell’ironia è comunque sotteso a tutto il lavoro, per evitare di trasformare in nuova retorica la Trasgressione Antiaccademica, cercando una propria libertà e una propria originalità svincolate dagli schemi del classico e dell’anticlassico."
con Alessandra Mostachova

Explore
05
Latlantide — 2010
Bergamo, Italia

Pane, Burro

& Rock'n'Roll

"Nel Marzo del 2007 dopo un roccambolesco cambio di editore mi venne affidata la scrittura e la conduzione del morning show in diretta dalla 7:00 alle 9:00 sull’emittente radiofonica Rock FM. Proposi di collaborare con Roberto “Freak” Antoni in veste di autore e co-conduttore, proposta che per mia grande fortuna venne accettata. La sede di Rock Fm si trovava a Milano e, per favorire Roberto che sarebbe dovuto arrivare ogni mattina in treno da Bologna, mi presi l’impegno di rinchiudere Freak in un piccolo studio per registrare la sua voce ogni Mercoledì dal temine della mia diretta fino al tardo pomeriggio; tutto quel materiale audio sarebbe poi stato tagliuzzato e cucito per finire nelle dirette mattutine."
Daniele Vaschi — in arte Ariele

06
ROCK FM — 2010
Milano, Italia

FreakBeat

In Emilia tra Beat e utopie

"Un road movie emiliano alla ricerca del "Sacro Graal" del Grande Beat: il nastro perduto di una mitica session fra l'Equipe 84 e Jimi Hendrix. Impossibile? Forse. Ma Freak Antoni, l'intellettuale demenziale, il teppista soffice, ci crede al punto da trascinare sua figlia Margherita su un vecchio furgone Volkswagen alla ricerca della mitica reliquia sonora."
by Luca Pastore

Explore
07
Pulse Media — 2011
Milano, Italia

Beppe Starnazza

& i Vortici

"Beppe Starnazza e i Vortici è il gruppo musicale swing-punk formato nel 1980 da Roberto "Freak" Antoni e Pasquale Minieri. Il nome è un omaggio a Pippo Starnazza, geniale cantante umoristico degli anni '40 (il vero nome era Luigi Redaelli), in seguito anche attore. Il gruppo, lanciato dalla trasmissione TV "Mister Fantasy" condotta da Carlo Massarini (in cui "Freak" Antoni si spacciava per il sedicente figlio del cantante Pippo Starnazza), presentava un repertorio costituito da cover in chiave rock di brani swing italiani degli anni quaranta - anni cinquanta."

Explore
08
Mister Fantasy-RAI — 1981
Roma, Italia

Stagioni del

Rock demenziale

"Questa storia è già successa tanti anni fa e io la riracconto affinchè non vada persa erimanga immortale come l'Iliade e l'Odissea. Leggetela con attenzione e non con quell'aria di sufficienza di cui siete capaci certe volte quando volete fare i vissuti.
La città è piena di gruppi rock: insopportabili, rumorosi, approssimativi e villani. I giovani formano complessi per evitare di andare in fabbrica o in ufficio, fanno i furbi, credono di fottere la società e fors'anche lo Stato. Ma chi credono di essere, io li manderei tutti a lavorare! Stai attento a come parli amico, quelli che so io hanno le orecchie lunghissime. Qui è molto peggio di Arancia Meccanica."
Antologia fantastica di modelli Rock — Roberto Antoni

09
Feltrinelli — 1981
Milano, Italia

L'Incontenibile

Freak Antoni

L’incontenibile Freak Antoni è la ristampa in vinile del mitico progetto di Freak del 1981. Le copie sono limitate e numerate (300). “Five Records in One Box” recitava lo slogan della pubblicazione originale del 1981. L’insolito formato (un cofanetto contenente cinque 45 giri), segnava ancora una volta la distanza dalle logiche del mercato tradizionale, per lasciare spazio soprattutto alle esigenze artistiche ed espressive del momento.
“Nonostante le molte depressioni e la volontà di sparire, ecco il nuovo prodotto dell’INCONTENIBILE FREAK ANTONI, eccezionale per vigore del contenuto e presenza della forma. Sorprendenti sia nelle prime che nelle seconde facciate, i dischi di questa raccolta si avvalgono del contributo di alcuni tra i musicisti underground più prestigiosi (NUOVI, ‘68, GENUINE ROCKERS, COSMOZ, RECIDIVI, FUNKERS) e sono sorretti dalla lodevole produzione del signor Oderso Rubini.
"Certamente – e la frase può sembrare provocatoria – il miglior disco italiano dell’anno”. — (l’Autore)

Buy
10
Italian Records — 1981
Bologna, Italia

Trio Turbina

R.Antoni,E.Drusiani,F.Ferriani

"Il Trio Turbina faceva parte di una quantità innumerevole di trovate demenziali che componevano il nostro primo spettacolo "Troppo Rischio Per Un Uomo Solo". Per un certo periodo abbiamo aggregato Eros Drusiani pensando di fare un progetto radiofonico, che abbiamo registrato, presentato alla radio rai, e naturalmente è stato rubato nella sua essenza. Con Drusiani abbiamo fatto alcune serate, che furono molto apprezzate...."
— Fabio Ferriani

11
Cuori Italiani — 1981
Bologna, Italia